Troppe richieste per Tesla Model 3, Musk costretto a un piano anti vendite

Le richieste per la nuova auto sono tantissime: Elon Musk è costretto a un’operazione di contro marketing per diminuire le prenotazioni

Troppe richieste per Tesla Model 3, Musk costretto a un piano anti venditeLe auto elettriche del futuro promesse da Elon Musk, il visionario imprenditore che vuole portarci su Marte e riempire di auto elettriche a basso costo le nostre strade, catturano la fiducia degli acquirenti e lo fanno in maniera sempre più incisiva.

Il nuovo gioiellino Tesla Model 3 ha già collezionato centinaia di migliaia di prenotazioni suscitando la preoccupazione dell’imprenditore. C’è il rischio che il modello subisca sensibili ritardi nella distribuzione e, cosa ben peggiore, che vada a intaccare i volumi di vendita della Model S che sta incidendo in maniera decisamente positiva nel fatturato di Tesla.

Una grande attestazione di stima che però, paradossalmente, non fa bene ai conti dell’azienda guidata dal geniale e poliedrico inventore sudafricano. Musk e il consiglio di amministrazione sono corsi ai ripari: stanno pensando di attuare una strategia di marketing al contrario che per qualsiasi altra impresa risulterebbe essere un vero e proprio suicidio. Per il prossimo anno non vedremo sui mezzi di comunicazione alcun tipo di promozione della nuova e rivoluzionaria automobile né tanto meno verranno offerti test drive. Per non danneggiare le vendite della Model S e per riuscire a garantire la produzione del nuovo modello, già preordinato da 373.000 persone, verrà apposto alla nuova vettura un velo di oblio, per non aumentare in maniera insostenibile la richiesta sproporzionata d’acquisto che evidentemente ha superato anche le più rosee aspettative del geniale imprenditore.

Un po’ come prevede l’economia del crowdfunding, l’ambita Model 3 ha catturato  la fiducia di migliaia di acquirenti che hanno firmato contratti di acquisto senza poter ancora vedere la rivoluzionaria automobile che dovrebbe cominciare a essere consegnata tra pochi mesi, nel pieno dell’estate. Un’attestazione di stima davvero incoraggiante che è valsa alla nuova marca di autovetture d’avanguardia il superamento di alcuni colossi della motorizzazione come Ford e General Motors.

Il fatturato che inizia ad accarezzare i 3 miliardi di euro e la produzione che promette di arrivare al milione di veicoli prodotti entro il 2020 ha galvanizzato a tal punto Elon Musk da dichiarare, senza troppo timore, che è pronto anche per il prossimo traguardo: superare in pochi anni Apple e diventare così il re incontrastato del mercato mondiale.

MOTORI Troppe richieste per Tesla Model 3, Musk costretto a un piano anti&nbs...