Svelata la Tesla Model 3: è l’auto del futuro?

A Los Angeles è stata svelata la Tesla Model 3, prima berlina elettrica 'economica'

L’attesa è finita: Elon Musk, fondatore della Tesla, ha svelato a Los Angeles la Model 3, la vettura più attesa dell’azienda leader nelle macchine elettriche e possibile apripista di quella che potrebbe essere una svolta decisiva nella storia delle quattroruote.

<b>GUARDA LA GALLERY</b>

GUARDA LA GALLERY

La Model X è infatti la prima auto del gruppo Tesla a presentarsi sul mercato ad un prezzo ‘accessibile’, ovvero 35mila dollari, che in Italia diventeranno 40-45 mila euro al momento della commercializzazione prevista tra fine 2017 e inizio 2018. Una riduzione del prezzo notevole rispetto agli 80mila Euro della Model S e ai 130mila dollari della Model X in vendita negli States.

Il prezzo ‘basso’ dovrebbe quindi aprire un’ampia fetta di mercato alla casa americana, che ha intenzione di lanciare una linea di vetture simili alla Model 3, una sorta di ‘famiglia’ che dovrebbe comprendere anche un crossover, sempre ad un prezzo equivalente a quello degli altri modelli della concorrenza – a benzina, diesel o ibridi – già presenti sul mercato.

Detto che negli Stati Uniti sono stati effettuati già 115mila preordini della Model 3 in meno di 24 ore e che alla presentazione non sono state fornite tutte le informazioni possibili, in particolare sugli allestimenti e sugli interni, quali sono le caratteristiche di questa nuova berlina elettrica?

Esteticamente la Model 3 ha una linea filante, un mix tra la Model X e la Model S, tetto panoramico e interni lussuosi ma sono gli aspetti tecnici a renderla un ‘gioiello’: 345 chilometri di autonomia – aumentabile con l’abilitazione ai Supercharger – accelerazione da 0 a 100 km/h in 6″, autopilota, trazione integrabile disponibile come optional. Il tutto con cinque stelle ricevute nei test sicurezza.

Quali i tempi di ricarica? Con una normale rete domestica e connettore portatile si possono immagazzinare 55 km di autonomia in un’ora mentre con il caricatore doppio fornito da Tesla si arriva a 110 km all’ora. Il top è ovviamente la ‘colonnina’ Supercharger, già diffuse in Europa e che la casa americana vuole raddoppiare entro la fine del 2017: in questi ‘distributori’ si può ridare un’autonomia di 270 chilometri all’auto in appena 30 minuti.

Considerando che gran parte degli analisti considera l’elettrico il futuro dell’automobile, con la Model 3 la Tesla potrebbe aver davvero messo le basi per l’auto del ventunesimo secolo.

MOTORI Svelata la Tesla Model 3: è l’auto del futuro?