Tutta la storia della McLaren e le curiosità della casa automobilistica

La McLaren è nota non soltanto in pista ma anche per le auto su strada, anche se non sono cosi tante

La McLaren rappresenta la scuderia automobilistica della Formula 1, con sede in Inghilterra, precisamente a Woking. Fu fondata la prima volta dal neozelandese Bruce McLaren, da cui prese il nome, il 2 settembre del 1963, ma venne immessa sul mercato soltanto nel 1966 e insieme alla Williams, rappresenta una delle scuderie migliori di origini britanniche ancora in funzione. Le auto stradali del marchio McLaren, non sono mai state tante, ma hanno rappresentato sempre un oggetto di culto per tutti coloro che ne sono appassionati. La prima ad uscire risale all’anno 1969 e si tratta della versione stradale della M6A, essa è costituita da una monosacca con dei pannelli in materiali che sono l’acciaio e l’alluminio, invece la carrozzeria è formata di fibra di vetro. Il motore è di origini Chevrolet e ha un motore 5.7 V8, in realtà furono solo due gli esemplari di questa auto di cui una era utilizzare come auto personale dell’inventore.

Nell’anno 1992, dopo circa venti anni dalla fuoriuscita della prima McLaren, viene presentata sul mercato la McLaren F1, una delle auto più importanti dell’epoca in quanto realizzata in scrocca di carbonio. Il progetto concluso poi con la realizzazione è dovuto a Gordon Murray, guru in primis della Formula 1 ed in seguito della sua commercializzazione a partire dal 1994. I posti presenti in questa auto sono ben tre, l’autista è posto al centro, in realtà tutto ciò è ben calcolato in modo tale da equilibrare correttamente i pesi. E’ costituito da un motore V12 originario della casa automobilistica BMW, infatti con i suoi 627 CV, rappresenta il motore più potente che è stato mai impiantato su un’automobile di serie, Mentre la Formula 1 venne realizzata fino all’anno 1998.

In ritorno in strada di auto di questa casa automobilistica avviene a partire dal 2011 con il modello MPA-12C ( la sigla 12 C sta a rappresentare la costruzione avvenuta in carbonio dello chassis), in questo caso rappresenta la prima auto della McLaren ad utilizzare un motore turbo costruito dalla società ingegneristica inglese Ricardo. Venne rivista due anni dopo nel 2013 e fu cambiata con il modello 650S, presente sia un versione spider che coupè. Il top del top è rappresentato dalla P1, da 900 CV, realizzata in serie limitate difatti può arrivare a costare anche un 1 milione di euro e può definirsi una rivale a tutti gli effetti della Ferrari e dalla Porsche. A partire dal 2015, la McLaren ha deciso di passare ai motori della Honda, riproponendo un contratto già effettuata con questa casa automobilistica e andato a buon fine tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio degli anno Novanta. Mentre, per quanto riguarda i piloti, sarà confermato Button e verrà affiancato da Fernando Alonso.

McLaren: guarda il listino prezzi

Guarda tutte le schede auto, la storia e le curiosità di tutte le altre case automobilistiche consultando questo elenco alfabetico:

AbarthAlfa Romeo, Alpine, Aston Martin, Audi, Bentley, BMW, Cadillac, Chevrolet, Chrysler, Citroën, Dacia, Daihatsu, Dodge, DR, DS, Ferrari, Fiat, Fisker, Ford, Gonow, Great Wall, Honda, Hummer, Hyundai, Infiniti, Isuzu, Jaguar, Jeep, Kia, Lada, Lamborghini, Lancia, Land Rover, Landwind, Lexus, Lotus, Mahindra, Martin Motors, Maserati, Maybach, Mazda, Mercedes, MG, Mini, Mitsubishi, Morgan, Nissan, Opel, Pagani, Peugeot, Porsche, Qoros, Renault, Rolls-Royce, Seat, Skoda, Smart, Ssangyong, Subaru, Suzuki, Tata, Tesla, Toyota, Volkswagen, Volvo.

Immagini: Depositphotos

MOTORI Tutta la storia della McLaren e le curiosità della casa automobi...