Sicurezza: le Ford evitano i pedoni anche di notte

Gli ingegneri americani perfezionano il "Pederestian Detection": il sistema anti-collisione ora funziona anche al buio

La Ford ha ottimizzato il suo “Pederestian Detection”, il sensore di prossimità che effettua frenate d’emergenza capace di riconoscere gli ostacoli che si presentano sulla strada e frenare immediatamente il veicolo, evitando l’impatto. L’innovativo sistema anti-collisione è stato presentato fin dal 2015 come una rivoluzione nel campo della sicurezza delle strade, ma ora arrivano sostanziali novità: l’auto riesce a frenare anche di notte, nel buio più completo.

I vantaggi sono indiscutibili: avere un assistente tecnologico che aiuta a riconoscere ed evitare i pedoni ridurrà drasticamente i tragici incidenti stradali che mietono, ogni anno, migliaia di vittime. Le restrizioni della prima versione sono state superate: le auto non riuscivano a riconoscere gli ostacoli in notturna, per ovvi motivi di scarsa luminosità. Un limite di non poco conto visto che buona parte dei sinistri che coinvolgono le persone avviene proprio nelle ore più buie, quando la visibilità è scarsa e i pedoni sul ciglio della strada possono risultare invisibili.

Ma gli ingegneri della Ford non si sono dati per vinti: negli ultimi mesi hanno effettuato frenetici test notturni per risolvere il problema. Grazie al lavoro sinergico di un radar e di una telecamera frontale, montati nel paraurti, sono finalmente arrivati risultati incoraggianti. Il sistema ora riesce a distinguere nettamente le persone dallo sfondo e a frenare in tempo in caso di pericolo. Tutto grazie al cervello elettronico del sistema che analizza in tempo reale le immagini e le confronta in un database carico di figure umane.

Il rivoluzionario congegno salva vita presentato al Salone di Ginevra farà parte della dotazione di bordo della nuova Ford Fiesta e verrà montato anche sui prossimi modelli in produzione della Ford Mustang e sul pickup F-150.

Come illustrato durante i frenetici giorni che stanno animando l’importante salone svizzero, nel caso in cui la vettura riconosca la presenza di un ostacolo rassomigliante a una persona, l’automobile inizierà ad avvertire l’automobilista con una serie di notifiche visive e uditive, in modo da permettere al guidatore di frenare in tempo, se ciò non dovesse accadere ci penserà direttamente la vettura ad attivare una frenata d’emergenza completamente automatica, che promette di salvare molte vite umane.

Secondo l’Istat, nel 2014, sono stati 177.031 gli incidenti stradali. I pedoni morti a causa delle ferite riportate per un incidente stradale sono stati 578, una vera e propria strage figlia della disattenzione e della distrazione alla guida. La tecnologia sviluppata dagli ingegneri americani della Ford potrebbe porre un freno a questa strage senza fine e rendere molto più sicure le strade di tutto il mondo.

MOTORI Sicurezza: le Ford evitano i pedoni anche di notte