Rc auto: prezzi giù ancora del 5%, ma solo se le truffe calano

Le Assicurazioni garantiscono: dopo il ribasso delle Rca del 4,5% in sei mesi, c'è spazio per un'altra diminuzione del 5%, ma solo se si combattono veramente le frodi

Buone notizie per chi ha un’auto: il prezzo dell’assicurazione Rca è sceso del 4,5% tra settembre 2012 e marzo 2013. L’Ania (l’associazione che rappresenta le Compagnie) ha svolto un’indagine secondo cui la tariffa media è diminuita da 560 a 535 euro dopo le tasse. Si tratta di 25 euro in meno per veicolo, pari a un risparmio per gli italiani di un miliardo in un anno. Tutto questo grazie anche alla politica degli sconti rispetto ai prezzi di listino, specie per gli assicurati virtuosi, quelli che non causano incidenti. Una dritta: se invece la vostra Compagnia non vi abbassa la tariffa, provate a chiedere preventivi ad altre Assicurazioni, che spesso – pur di attrarre clienti – il primo anno praticano forti sconti.

Ma le liete novelle non terminano qui. I prezzi Rca possono scendere ancora del 5%. Come? Anzitutto, combattendo le frodi. Occorre limitare il più possibile tutti quegli incidenti con danni all’auto gonfiati, o addirittura inventati di sana pianta. A tale fine, serve un’agenzia antifrodi, in grado di combattare efficacemente questa “industria della truffa”, presente in particolare modo in Campania. L’Ania preme inoltre l’acceleratore sulla nuova tabella dei risarcimenti per le lesioni gravissime, quelle da 10 a 100 punti di invalidità permanente (il danno biologico). Il motivo è presto detto: questi rimborsi incidono parecchio sull’ammontare complessivo dei costi dei risarcimenti (5,7 miliardi euro, su un totale di 13,8 miliardi). Abbassando questi indennizzi, almeno stando all’Ania, le tariffe potrebbero calare nel breve termine, per poi avere effetti positivi anche nel lungo periodo.

E la tanto sbandierata “scatola nera”, proposta dal Governo Monti come panacea per risolvere il caro- Rca? Le Assicurazioni non la vedono di buon occhio perché, secondo la legge, i costi di installazione (80 euro) sarebbero a loro carico, il che comporterebbe un rincaro delle tariffe, anziché un ribasso. Sarebbe una beffa senza precedenti per gli automobilisti, e una sconfitta per i tecnici di Monti che l’hanno concepita.

(a cura di OmniAuto.it)

Fonte: Ufficio Stampa

MOTORI Rc auto: prezzi giù ancora del 5%, ma solo se le truffe calano