Opel Monza Concept, l’auto del futuro ha ali da gabbiano. Foto

Tecnologia, design e soluzioni avveniristiche per la tedesca che adotta numerose soluzioni tecnologiche da prima della classe

In occasione del Salone di Francoforte è stata mostrata al pubblico la Opel Monza Concept di cui erano state divulgate sole poche immagini nei mesi scorsi. Le dimensioni imponenti traggono in inganno, regalando un’idea di pesantezza e goffezza.

Niente di più sbagliato assicurano in casa Opel: la Monza adotta alcune soluzioni sportive come l’abitacolo ribassato e uno studio dell’aerodinamica portato ai massimi livelli.

La linea è ciò che colpisce maggiormente della “Opel del del futuro”, come è stata definita dal CEO Karl-Thomas Neumann, per l’armonia che regna tra l’anteriore e il posteriore. Nella parte frontale LED specifici disegnano un profilo incattivito mentre un lungo cofano ricorda l’imponenza e al contempo l’eleganza del mezzo.

Al laterale due grosse “branchie” permettono il deflusso dell’aria mentre uno sportello unico per i passeggeri permette l’accesso all’abitacolo mediante un’apertura ad ali di gabbiano, soluzione adottata per la prima volta su di una Mercede-Benz SL.

Al posteriore un profilo bombato completa una forma che potremmo definire “a confetto”, che garantisce ottime capacità di carico: oltre 500 lt per la zona bagagli, mentre i vertici di Opel dichiarano che anche nella zona abitacolo lo spazio e la comodità sono da prima della categoria.

Sollevato il grosso portellone laterale che è provvisto di un grosso vetro per permettere agli occupanti di gustare il panorama, si entra nell’abitacolo studiato per 4 persone.

Molto belli i sedili a guscio realizzati in 3 materiali diversi che riprendono gli stessi utilizzati per gli interni: spiccano il legno e la pelle che sono stati utilizzati nel rettro del sedile per restituire un senso di continuità con i materiali che compongono la plancia e i pannelli delle portiere.

Per quanto riguarda la propulsione è prevista l’adozione del 3 cilindri 1.0 Turbo SIDI appositamente modificato con tecnologia CNG, ovvero trazione elettrica affiancata da gas naturale compresso.

La Monza riprende lo stile del modello che portava lo stesso nome del 1977 anch’esso contraddistinto da un look aggressivo all’anteriore e un "blocco unico" al posteriore, collegato armonicamente alla zona centrale dell’auto.

(a cura di OmniAuto.it)

Fonte: Ufficio Stampa

MOTORI Opel Monza Concept, l’auto del futuro ha ali da gabbiano. F...