Nuovo Skoda Kodiaq, il suv spazioso e ‘simply clever’

Skoda ha presentato Kodiaq, il suo primo, attesissimo suv: tanto spazio e soluzioni intelligenti

L’attesa è finita: Skoda ha presentato il nuovo Kodiaq, che segna il debutto dell’azienda ceca nel segmento dei suv. Tanto spazio, soluzioni ‘intelligenti’ e motori potenti quanto ‘economici’ i punti di forza di quello che si annuncia come un modello decisamente interessante seppure in un settore affollato e competitivo come quello degli Sport Utility Vehicle.

Sviluppato sulla piattaforma modulare MQB Volkswagen, il nuovo Kodiaq colpisce immediatamente per le dimensioni: lungo 4.697 mm, largo 1.882 mm e alto 1.676 mm (inclusi mancorrenti al tetto) con ben 2.791 mm di passo, il suv ceco si pone al vertice della categoria dei ‘compatti’ ma, al tempo stesso, tra i più ‘agili’ di quelli che possono offrire – nel suo caso come opzione – sette posti. Di sicuro lo spazio è tanto, sia per i passeggeri che per il bagagliaio, che già nella misura standard a cinque posti e con sedili in posizione verticale offre 720 litri. Abbassando l’ultima fila, però, si arriva ad un carico massimo di 2065 litri. Il tutto con un peso contenuto nella versione entry da 1.452 kg, che aiuta non poco a livello di consumi, emissioni e guidabilità.

Esteticamente, negli esterni come negli interni, il Kodiaq conferma la cifra estetica di casa Skoda: linee pulite ed essenziali, che trasmettono i concetti di robustezza ed efficienza da sempre cardini dello stile dell’azienda ceca. In particolare, l’abitacolo è estremamente ‘chiaro’ e funzionale ma è arricchito da una plancia originale: al suo centro è piazzato lo schermo dello Skoda Connect con le quattro bocchette piazzate simmetricamente ai lati dello schermo stesso e alle estremità. Il tutto senza dimenticare il comfort, come testimoniano le 30 soluzioni all’insegna del ‘Simply Clever’ per rendere il viaggio il più piacevole e sicuro possibile, vedi gli speciali poggiatesta che favoriscono il sonno dei passeggeri o il sistema di protezione per il bordo delle portiere.

Ricco anche il comparto dell’infotainment e dei sistemi di sicurezza e assistenza alla guida. Il primo garantisce servizi online grazie a Skoda Connect con accesso a informazioni, possibilità di collegamento a smartophone sia iOS che Android e navigazione in tempo reale. A questi si aggiunge Care Connect, che consente sia l’accesso remoto al veicolo sia assistenza specifica. Particolarmente utile in questo senso la cosiddetta Emergency Call (e-Call), chiamata di emergenza a seguito di un incidente, inoltrata a una centrale di soccorso in caso di attivazione di un sistema di ritenuta.

Sempre per quanto riguarda l’assistenza, di serie anche il Trailer Assist, che aiuta a gestire al meglio rimorchi (fino a 2,5 t) in fase di retromarcia, il nuovo Parking Distance Control con funzione frenante per il supporto durante le manovre di parcheggio e il sistema Area View, che grazie all’obbiettivo grandangolare delle telecamere ambiente, visualizza sul monitor di bordo un’immagine a 360° in‌torno al veicolo, favorendo spostamenti in caso di scarsa visibilità.

Come ormai da tradizione su crossover e suv, anche sul Kodiaq sarà possibile selezionare la modalitò di guida tramite il Drive Mode Select, che consente al guidatore di modificare il funzionamento di gestione di motore e DSG, servosterzo, climatizzatore e altri sistemi in modalità Normal, Eco, Sport e Individual (più lo Snow per il 4×4). Come optional, c’è anche la regolazione adattiva dell’assetto DCC (Dynamic Chassis Control), che consente la taratura degli ammortizzatori tramite valvole elettriche in base alla situazione del momento, allo stile di guida del pilota e alla strada.

Passando ai propulsori, cinque i motori offerti al lancio, tre TSI e due TDI – tutti Euro 6 – con cilindrate di 1.4 e 2.0 l e gamma di potenza che va va da 125 CV (92 kW) a 190 CV (140 kW). L’entry level del benzina consuma 6 l/100 km a fronte di 140 g/km di CO2 mentre quello diesel si attesta sui 5 l ogni 100 km ed emissioni di CO2 di 131 g/km. Disponibili un cambio manuale a sei rapporti o un cambio DSG a sei rapporrti mentre per le motorizzazioni più potenti c’è anche il nuovo cambio automatico a doppia frizione a sette rapporti. Su tutte le versioni si può puntare sia sulla trazione anteriore che su quella integrale.

La presentazione ufficiale del nuovo Skoda Kodiaq avverrà al prossimo Salone dell’auto di Parigi mentre per conoscere qualcosa di più relativamente al listino prezzi bisognerà aspettare la commercializzazione, prevista entro la fine dell’anno: con ogni probabilità la versione più competitiva sul mercato italiano, il 2.0 diesel da 150 CV, dovrebbe partire dai 30mila euro.

MOTORI Nuovo Skoda Kodiaq, il suv spazioso e ‘simply clever’