Nuova Seat Ibiza, sempre più spaziosa e tecnologica

Seat ha svelato in anteprima la nuova Ibiza, storica best seller del marchio spagnolo dal suo lancio nel 1984

Seat ha svelato in anteprima la nuova Ibiza, una delle vetture storiche e di maggior successo del brand che dal lancio avvenuto nel 1984 ha venduto più di 5,4 milioni di esemplari venduti. La vettura verrà presentata ufficialmente al prossimo Salone di Ginevra mentre il suo arrivo nelle concessionarie italiane è previsto per il prossimo giugno, con quattro allestimenti (Reference, Style e, al top di gamma, FR e XCellence) e listino prezzi ancora da definire.

Costruita sulla nuova piattaforma MQB (Modularer Querbaukasten) Ao, la Ibiza 2017 coniuga maggiore flessibilità costruttiva e robustezza: il numero dei componenti prodotti con la tecnologia di stampaggio a caldo è infatti aumentato, contribuendo così alla riduzione del peso e all’aumento della rigidità della vettura, per un miglioramento di guidabilità, prestazioni e consumi.

Riviste anche le dimensioni: il nuovo modello è infatti 87 mm più largo, 2 mm più corta e 1 mm più basso rispetto a quello precedente, con riduzione dell’ingombro esterno ma aumento di quello interno come testimonia, tra l’altro, il bagagliaio, ingrandito con ulteriori 63 litri fino ad un massimo di 355, il più capiente del segmento B.

Nuovo pure il look: esternamente la Ibiza ricorda le linee sportive della ‘sorella maggiore’ Leon, sopratutto in alcuni particolari come il paraurti anteriore. L’interno è sempre più curato e anch’esso richiama Leon e Ateca: ad esempio, i comandi e la strumentazione sono tutti piazzati vicino al conducente, nella posizione più alta possibile per permettergli di non distogliere lo sguardo dalla strada.

Nel pacchetto degli ‘aggiornamenti’ più importanti ci sono poi quelli relativi alla dotazione dei sistemi di assistenza e sicurezza, che prevedono tra gli altri Front Assist, Traffic Jam Assist, sensori di parcheggio anteriori e posteriori di ultima generazione e telecamera posteriore con pannello in vetro, mentre la massima connettività è garantita dalle tre opzioni Apple CarPlay, Android Auto e MirrorLink, fruibili al meglio grazie anche al comodo touchscreen integrato da 8″ piazzato al centro della plancia.

Tra le chicche, da segnalare pure il caricabatteria wireless con booster antenna GSM e la collaborazione con BeatsAudio per un processore digitale del segnale (DSP), 7 altoparlanti di qualità superiore e un amplificatore a 8 canali da 300 W.

Last but not least, da sottolineare l’esauriente offerta relativa alle motorizzazioni, tutte euro 6. Per i benzina, si può scegliere tra il 1.0 TSI tre cilindri 95 o 115 CV con turbocompressore, intercooler e iniezione diretta ed entro la fine del 2017 sarà disponibile anche il nuovo 1.5 TSI con quattro cilindri e una potenza di 150 CV. Passando ai diesel, c’è il ‘classico’ 1.6 TDI nelle versioni da 80, 95 e 115 CV. Per chi volesse invece puntare sul più ecologico metano, ecco il primo motore del genere per il segmento, ovvero il TSI 1.0 da 90 CV.

La trasmissione? Fino ai 95 CV c’è il cambio manuale a 5 rapporti, per i più potenti si può contare anche sul cambio automatico a 6 marce mentre per il top della gamma si potrà avere anche il DSG con doppia frizione a 7 rapporti.

MOTORI Nuova Seat Ibiza, sempre più spaziosa e tecnologica