Nuova DS3 cabrio Performance, la prova su strada

Svelata al Louvre la nuova DS3: nuovo look nel frontale e nuovo motore tre cilindri

Abbiamo provato su strada la DS3, la compatta di segmento B della casa transalpina. In generale non si tratta di una rivoluzione quanto di un perfezionamento sia estetico che sostanziale. A livello visivo, le novità sono concentrate sul frontale: nuova cornice per la calandra di forma esagonale, gruppi ottici dal design più elegante e forniti di luci Led Vision e nuovi cerchi in lega.

All’interno, salta subito all’occhio il marchio DS sul volante, almeno quanto il touchscreen da 7″ piazzato al centro della plancia, dal quale si può usufruire del sistema di infotainment MirrorScreen (che unisce Apple CarPLy e MirroLink) e del navigatore satellitare Connect Nav. Il tutto, tra esterni ed interni, con la possibilità di scegliere tra 78 combinazioni di colori e una decina di kit di adesivi per il tetto per la massima personalizzazione.

Arricchito pure il pacchetto dei sistemi di sicurezza e assistenza alla guida, che comprende pure l’aggiunta dell’Active City Brake, in grado di gestire la frenata automatica per evitare i tamponamenti a bassa velocità o ridurne comunque gli effetti.

Confermata a grandi linee pure la gamma dei motori, otto in totale (cinque benzina e tre diesel), dei quali uno è nuovo, il 3 cilindri turbo da 130 CV PureTech. Noi abbiamo provato la Performance. Esteticamente i suoi tratti distintivi sono all’esterno il doppio scarico e i cerchi diamantati con pinze dei freni nere, all’interno i sedili sportivi in pelle e Alcantara. La ‘chicca’ è però rappresentata dal motore benzina turbo 1.6 THP da 208 CC.

MOTORI Nuova DS3 cabrio Performance, la prova su strada