Non pagare il pedaggio dell’Autostrada è reato

Per gli Ermellini chi non paga il pedaggio al termine di un viaggio in autostrada, pur dichiarandosi impossibilitato ad adempiere, integra il reato di insolvenza fraudolenta

Chi all’uscita del casello autostradale si rende conto, in buona fede, di non avere contanti o la carte per pagare la tratta percorsa viola il codice della strada e rischia ‘solo’ una multa.

Chi invece è consapevole sin dall’inizio di essere a corto di disponibilità per saldare il pedaggio commette un illecito penale per insolvenza fraudolenta. A chiarirlo è la Cassazione con la sentenza n. 14711/17 del 24marzo scorso.

Non avere contanti, averli spesi per fare rifornimento o all’autogrill non costituiscono scusanti per chi non paga il pedaggio, ricorda il portale ‘laleggepertutti.it’. Anche in caso di furto del portafoglio, a meno che non sia stato denunciato alle autorità, costituendo un caso di forza maggiore, non evita l’illecito.

Per gli Ermellini chi non paga il pedaggio al termine di un viaggio in autostrada, pur dichiarandosi impossibilitato ad adempiere, integra il reato di insolvenza fraudolenta. In questo senso basta anche il “silenzio serbato al momento della ricezione del talloncino all’ingresso dell’autostrada”.

Per evitare la sanzione e chiudere il procedimento penale, spiega il portale, esiste tuttavia una soluzione, ossia pagare quanto dovuto adempiendo così all’intera obbligazione, completa di spese accessorie. Di questo bisognerà comunque fornire prova al giudice prima della condanna definitiva.

In collaborazione con: adnkronos.com

MOTORI Non pagare il pedaggio dell’Autostrada è reato