Mitsubishi: fra storia, novità e curiosità

Mitsubishi porterà alcune interessanti novità all'imminente salone di Ginevra

Con più di 140 anni di storia Mitsubishi è la più grande holding finanziaria del Giappone e, se oggi la conosciamo principalmente per le sue auto in realtà la compagnia è nata come una piccola azienda che produceva barche. Solo nel 1917 costruì la sua prima auto, inaugurando cosi la divisione probabilmente più famosa del marchio che, ad oggi si occupa di produrre 6 modelli fra utilitarie e crossover. Se però questa era la situazione un secolo fa, vediamo ora quali sono le novità più interessanti anche in vista del prossimo salone di Ginevra.

L’anno appena trascorso ha segnato importanti innovazioni per Mitsubishi grazie all’aggiornamento di 2 importanti modelli: L200 e Outlander. Per quanto riguarda lo storico modello L200, presente nel mercato addirittura dal 1982, siamo alla sua quinta generazione e porta il contributo di Fiat che ha collaborato al suo sviluppo. Gli aggiornamenti sono tanti (stando alle dichiarazioni della casa madre ben 330) e i principali riguardano il design che, con le sue forme arrotondate conferisce alla nuova versione uno stile più moderno. Allo stesso tempo però non è stata trascurata la comodità, migliorata soprattutto per i lunghi viaggi grazie anche all’aumento di spazio disponibile per i carichi. Infine grande attenzione è stata posta sulla sicurezza visto che il modello è stato dotato di 7 airbag e molti aiuti di stabilità.

Abbiamo visto invece meno modifiche nella nuova versione dell’Outlander ma non per questo meno importanti. Infatti è stata sviluppata una versione ibrida che, con il solo motore elettrico, ha un’autonomia di 52 chilometri. Allo stesso tempo è stata allungata di 3 centimetri e, soprattutto, troviamo una nuova maschera frontale che conferisce uno stile più “robusto” a questa nuova versione.

La novità più interessante per il 2016 riguarda la messa in commercio di uno nuovo crossover compatto “ex-concept”, presente al salone di Ginevrà, sarà interamente elettrico. L’aspetto più interessante riguarda comunque i 2 motori che oltre a sviluppare 95 cavalli l’uno avranno un’autonomia di ben 400 Km. Nel frattempo Mitsubishi sta lavorando anche alle nuove versioni di Space Star e ASX. Nel primo caso saranno rifiniti gli interni con nuovi tessuti e la Space Star verrà dotata di connettività con dispositivi sia Apple che Android. La nuova versione ASX avrà invece un look più aggressivo grazie ai nuovi cerchi da 18′ e alle colorazioni inedite, inoltre debutta per la prima volta su un’auto mitsubishi lo specchietto retrovisore fotosensibile.

Mitsubishi: guarda il listino prezzi

Guarda tutte le schede auto, la storia e le curiosità di tutte le altre case automobilistiche consultando questo elenco alfabetico:

AbarthAlfa Romeo, Alpine, Aston Martin, Audi, Bentley, BMW, Cadillac, Chevrolet, Chrysler, Citroën, Dacia, Daihatsu, Dodge, DR, DS, Ferrari, Fiat, Fisker, Ford, Gonow, Great Wall, Honda, Hummer, Hyundai, Infiniti, Isuzu, Jaguar, Jeep, Kia, Lada, Lamborghini, Lancia, Land Rover, Landwind, Lexus, Lotus, Mahindra, Martin Motors, Maserati, Maybach, MazdaMcLaren, Mercedes, MG, Mini, Morgan, Nissan, Opel, Pagani, Peugeot, Porsche, Qoros, Renault, Rolls-Royce, Seat, Skoda, Smart, Ssangyong, Subaru, Suzuki, Tata, Tesla, Toyota, Volkswagen, Volvo.

Depositphotos

MOTORI Mitsubishi: fra storia, novità e curiosità