Mercedes-Benz inaugura i nuovi motori endotermici

Prima del debutto delle auto elettriche, la Casa di Stoccarda presenta nuove tecnologie per abbattere i consumi e le emissioni inquinanti

Il Gruppo Daimler è pronto a lanciare una nuova famiglia di motori endotermici, più performanti ed efficienti, in attesa del debutto delle auto raggruppate sotto il concept Generation EQ, presentato da Mercedes-Benz all’ultimo Salone di Parigi, che anticipa una nuova generazione di veicoli elettrici.

“La mobilità Mercedes-Benz del futuro si basa su quattro valori: connettività, guida autonoma, condivisione ed elettricità. Generation EQ è tutto questo”, ha dichiarato Dieter Zetsche, numero uno di Mercedes, che ha presentato al Salone di Parigi il prototipo dello sportiva Suv-coupè elettrica la cui tecnologia all’avanguardia le permetterà una autonomia di oltre 500 km con una carica.

In attesa della prossima generazione di auto, il gruppo Mercedes ha intanto lanciato al pubblico “la più grande offensiva motoristica” della sua storia, illustrando gli ultimi motori endotermici progettati nei laboratori tedeschi.

Nuove tecnologie sono state messe a punto per abbattere i consumi e le emissioni inquinanti, come il sistema “Integrated Starter-Alternator”, l’impianto elettrico a 48 V e il compressore ausiliario elettrico. Inoltre, per preservare l’ambiente dall’inquinamento, i motori benzina saranno dotati di un filtro antiparticolato.

Entrando nel dettaglio, si va da un 4 cilindri a benzina da 2 litri turbo, con sistema di alzata valvole variabile “Camtronic” e frizioni interne ridotte (che  dovrebbe erogare circa 270 CV di potenza massima) ad un più tecnologico 6 cilindri in linea a benzina di 3 litri, con un sistema di sovralimentazione “ibrido”, attivato ai bassi regimi dal compressore ausiliario elettrico e agli alti dalla pressione dei gas di scarico, con una potenziale resa massima di 408 CV e la completa sparizione dell’effetto “turbolagche riducono le emissioni di CO2 del 15%.

La versione 3.0 diesel presenta lo stesso frazionamento e la stessa cilindrata. Realizzato in monoblocco in alluminio, turbocompressore doppio stadio, Camtronic e tecnologia “Nanoslide”, che riduce gli attriti delle camere di combustione grazie ad uno speciale rivestimento, questo motore diesel promette un incremento di efficienza del 7% rispetto al predecessore.

Debutterà nel 2017, sulla Classe S, la punta di diamante dei motori endotermici del gruppo Mercedes: il V8 biturbo. Con i suoi 4 litri di cilindrata è pronto a spigionare 476 CV di potenza, 700 Nm di coppia motrice con consumi ridotti di oltre il 10% rispetto al precedente V8, grazie anche all’innovativo sistema di disattivazione programmata dei cilindri che ne permette lo spegnimento parziale per massimizzare l’efficienza.

“Queste tecnologie cambieranno il nostro modo di utilizzare l’auto”, ha affermato Eugenio Blasetti, Responsabile Relazioni Esterne di Mercedes Italia.

MOTORI Mercedes-Benz inaugura i nuovi motori endotermici