Mazda 3, la prova su strada: tecnologia al servizio del comfort

Dinamica, aggressiva, efficiente e virtuosa nei consumi, la media di casa Mazda dispone oggi nel suo line up di un motore 1.5 diesel ad alta efficienza da 105 CV che cela chicche di elevatissimo spessore tecnologico

Il marchio Mazda è sinonimo di innovazione, qualità e tecnologia.  Questi sono da sempre i pilastri della filosofia costruttiva della casa di Hiroshima, le cui vetture sono state pensate e ingegnerizzate per coniugare al meglio la massima affidabilità e il piacere di guida con il rispetto dell’ambiente e la sicurezza dei passeggeri. Il test drive di Mazda 3 KYACTIV-D da 1,5 litri ha evidenziato nella nostra prova su strada grandi doti e tanta tecnologia al servizio del comfort.

mazda3

Una prima impressione nella prova su strada: questa Mazda3 è silenziosa e confortevoleLanciata nel 2014 con una gamma di motorizzazioni che comprendono brillanti motori benzina 1.5L 100 CV, 2.0L 165 CV, e diesel 2.2 da 150 CV si è affermata fra i clienti europei alla ricerca di una vettura media dal design aggressivo in grado di offrire dotazioni, qualità percepita da vettura di segmento superiore ed un elevato comfort di marcia uniti a divertimento di guida e consumi contenuti. Mazda ha completato appunto questa gamma di successo con il lancio del nuovo motore diesel SKYACTIV-D da 1,5 litri, conforme alle norme Euro 6, abbinato ad un cambio manuale o automatico a sei rapporti ed in grado di erogare 77 kW/105 CV di potenza massima a 4.000 giri/min. e ben 270 Nm di coppia massima in un ampio regime di giri del motore (1.600 – 2.500 giri/min) e che abbiamo appunto provato su strada. La nuova motorizzazione consuma solo 3,8 litri di carburante ogni 100 km (percorso misto) e rilascia solo 99 grammi di CO2 ogni 100 km (percorso misto) permettendo al contempo prestazioni di tutto rispetto (da 0 a 100 KM/h in 11” netti).

Il piccolo diesel Skyactiv 1.5D, perfetto per il mercato italiano, è un piccolo gioiello di tecnica motoristica. Realizzato partendo dall’unità turbodiesel Mazda da 2.2 litri ma alleggerita di 50 kg, il nuovo motore 1.5 litri è stato sviluppato nell’ottica di migliorare l’efficienza, la guidabilità, il piacere ed il comfort di guida attraverso l’affinamento della tecnica motoristica e l’utilizzo di soluzioni tecnologiche all’avanguardia.

Pensiamo ad esempio a tutti gli sforzi per riuscire ad ottenere la “combustione perfetta”, cioè quella che consenta di sfruttare al massimo tutta l’energia prodotta dal carburante. Una ricerca che ha portato all’adozione di un rapporto di compressione eccezionalmente basso per un motore diesel (14,8:1) che offre benefici ineguagliabili nella ricerca della migliore miscela aria/carburante mentre la massima efficienza della combustione è garantita dalla sequenza d’iniezione multistadio del motore ottimizzata grazie all’effetto di nebulizzazione ad alta dispersione di un ugello d’iniezione a solenoide, il quale, combinato con l’adozione di una nuova camera di combustione superiore del pistone a forma ovoidale assicura di bruciare in maniera completa ed ottimale la miscela, a tutto vantaggio di consumi ed emissioni.

mazda1

Ma il 1.5 D Skyactiv non è solo sinonimo di bassi consumi ed emissioni, ma – come ogni motore che esca della linee di produzione ad Hiroshima – fa anche del piacere di guida un punto di forza irrinunciabile. Per ottenere una migliore reattività del motore ad ogni regime di giri, Mazda ha quindi dotato il piccolo turbocompressore a geometria variabile che equipaggia il 1.5 Skyactiv-D con un sensore di velocità che permette di innalzare il limite di rotazione del turbocompressore ad oltre 12.000 g/min. Poi, per ovviare ad un problema tipico delle piccole unità a gasolio ad iniezione diretta, (il tipico ticchettio dei diesel) il nuovo motore turbodiesel da 1.5 litri destinato a Mazda3 è stato dotato in esclusiva di una nuova tecnologia che rappresenta una vera e propria chicca ingegneristica: il Natural Sound Smoother.

Ritornando alla silenziosità che abbiamo subito notato salendo a bordo dobbiamo parlare appunto del Natural Sound Smoother (letteralmente “smorzatore della rumorosità naturale”) comporta una soluzione tanto ingegnosa quanto semplice: il montaggio di un ammortizzatore dinamico sito all’interno del perno che unisce il pistone alla biella. Questo ammortizzatore lavorando in controtendenza rispetto alle vibrazioni del motore ottiene una netta riduzione delle stesse e del rumore da battito in testa attorno ai 3.500 kHz, cioè la frequenza avvertibile a bordo all’avviamento o nella marcia a velocità costante.

Il Natural Sound Smoother riesce così a migliorare notevolmente silenziosità del motore e il comfort acustico nell’uso cittadino.  Che infatti è una delle caratteristiche che subito colpisce guidatore e passeggeri della Mazda3 1.5 diesel, la quale per rumorosità e comfort acustico è più simile ad un motore benzina che ad uno a gasolio. Mazda con i modelli della 6^ generazione frutto della tecnologia Skyactiv, ed in particolare con l’ultima evoluzione motoristica della gamma Mazda3 non solo ha re- ingegnerizzato e rivoluzionato totalmente la filosofia costruttiva di motori, trasmissioni e telai, ma ha anche messo al centro della progettazione la componente umana: il guidatore, con una guida sempre dinamica e a bassissimo impatto ambientale ed i passeggeri con un comfort di marcia ed una souplesse di marcia eccezionali.

Per ottenere questo ambizioso obiettivo sulla terza generazione di Mazda3 sono state applicate tecnologie innovatile al fine di garantire sempre una esperienza di guida senza compromessi ogni giorno.
Questo per Mazda significa continuare a migliorare sempre, sfidando le convenzioni.  (Informazione pubblicitaria)

MOTORI Mazda 3, la prova su strada: tecnologia al servizio del comfort