Lancia, l’elegante casa automobilistica

Il marchio Lancia. Storia, informazioni e curiosità della famosa casa automobilistica italiana

Durante i primi anni di vita del colosso Fiat, si distingue in maniera netta uno tra i piloti e collaudatori della casa automobilistica. E’ il giovane Vincenzo Lancia che sogna di poter un giorno disegnare e realizzare interamente un’automobile. L’impresa riesce nel 1906 quando Vincenzo corona il suo sogno in un’officina talmente piccola che la macchina, appunto la prima Lancia della storia, non riesce a passare dalla porta d’ingresso. I lavori di ampliamento del garage arrivano solo dopo qualche anno; bisognerà attendere il 1920 perché Lancia possa iniziare a realizzare e a mettere in commercio i primi modelli.

Vincenzo Lancia trae ispirazione dalle automobili inglesi e proprio per questo motivo lo stile Lancia sarà poi definito come quello più British d’Italia.
Alla guida della lancia succede, nel 1937, Gianni, figlio di Vincenzo, venuto a mancare improvvisamente a causa di un malore. Durante la seconda guerra mondiale vengono investite ingenti somme di denaro nella competizioni e gare automobilistiche. La Lancia ottiene, fino al 1955, ben sette vittorie, ma tutto termina, quando sulla D50 muore il pilota Alberto Ascari. Dopo questa triste vicenda la Lancia decide di affidare il reparto corse ad Enzo Ferrari che porterà avanti la serie di successi in maniera eccellente.

Arrivano però i primi problemi economici, e nonostante le vittorie nei rally il marchio Lancia entra in crisi.
A poco servono i successi ottenuti con le auto di serie, tra cui le più famose furono l’Aurelia, la Fulvia, la Flaminia, l’Augustea e l’Aprilia. La crisi costringe il gruppo Lancia a ritornare ad essere soltanto un segmento della casa Fiat.
La prima auto prodotta dopo l’inevitabile unione delle due aziende è la Beta , una moderna dalle linee moderne davvero innovativa grazie alla trazione anteriore. Successivamente viene prodotta la Gamma, disponibile anche in versione coupè.
Ma è nel 1979, con la realizzazione del modello Delta, che la Lancia ottiene nuovamente il grande successo iniziale che sarà mantenuto anche dal modello Thema, inserito tra le berline di lusso.
Quest’ultimo modello è stato poi sostituito dalla Thesis, che non ha ottenuto il guadagno sperato arrecando pochi vantaggi alla Lancia.

Tra i modelli di punta della casa italiana vi è indubbiamente la Ypsilon , piccola monovolume, dalle linee eleganti, che ha saputo rinnovarsi negli anni mantenendo inalterato il suo successo.
L’ultima versione della Lancia Ypsilon è stata inserita a pieno titolo nella lista delle auto con il minor numero di emissioni.

Lancia: guarda il listino prezzi

Guarda tutte le schede auto, la storia e le curiosità di tutte le case automobilistiche consultando questo elenco alfabetico:

AbarthAlfa Romeo, Alpine, Aston Martin, Audi, Bentley, BMW, Cadillac, Chevrolet, Chrysler, Citroën, Dacia, Daihatsu, Dodge, DR, DS, Ferrari, Fiat, Fisker, Ford, Gonow, Great Wall, Honda, Hummer, Hyundai, Infiniti, Isuzu, Jaguar, Jeep, Kia, Lada, Lamborghini, Land Rover, Landwind, Lexus, Lotus, Mahindra, Martin Motors, Maserati, Maybach, MazdaMcLaren, Mercedes, MG, Mini, Mitsubishi, Morgan, Nissan, Opel, Pagani, Peugeot, Porsche, Qoros, Renault, Rolls-Royce, Seat, Skoda, Smart, Ssangyong, Subaru, Suzuki, Tata, Tesla, Toyota, Volkswagen, Volvo.

Immagini: Depositphotos

MOTORI Lancia, l’elegante casa automobilistica