La storia della Renault 5 Turbo

La Renault 5 turbo è un'auto sportiva prodotta negli anni Ottanta e impiegata nelle competizioni del Campionato del mondo rally. Scopriamo la storia di questa vettura

La Renault 5 turbo è un’auto sportiva prodotta, dal 1980 al 1985, dall’omonima casa automobilistica francese e derivata dall’utilitaria Renault 5. L’auto nacque dalla necessità di avere una vettura stradale dalle caratteristiche tecniche tali da poter essere competitiva anche nel mondiale rally, per contrastare lo strapotere della Fiat 131 Abarth Rally. Grazie alla collaborazione con la rinomata carrozzeria italiana Bertone, nel ’78 venne realizzato il primo prototipo di Renault 5 Turbo, presentato poi al Salone dell’Automobile di Parigi.

Le principali caratteristiche tecniche della vettura Renault sono un motore posteriore centrale longitudinale da quattro cilindri da 1400cc e 160 cavalli di potenza, trazione posteriore, alimentazione a iniezione meccanica, intercooler aria-aria, passaruota allargati per ospitare pneumatici molto larghi, frizione bidisco a secco, cambio meccanico a cinque rapporti, grandi prese d’aria per smaltire il calore interno e abitacolo a due posti. Per quanto riguarda le prestazioni, raggiunge una velocità massima di 200 km/h e va da 0 a 100 km/h in circa sette secondi.

Della Renault 5 turbo sono state realizzate due versioni stradali e quattro versioni da competizione. Queste ultime vennero impiegate dal reparto corse ufficiale della Renault nel Campionato francese e nel Campionato del mondo di rally. Nel mondiale la vettura ottenne anche numerose affermazioni, con quattro vittorie iridate e piazzamenti d’onore. Pilota di punta della scuderia era il francese Jean Ragnotti, che si aggiudicò il prestigioso Rally di Monte Carlo ’81 e due Rallye de France. L’ultima vittoria di prestigio di questa vettura risale al Rally di Portogallo ’86, con il pilota portoghese Joaquim Moutinho alla guida.

A livello stradale, nel 1985 venne interrotta la produzione della Renault 5 turbo e sostituita dalla Clio V6. Venne interrotto anche l’uso a livello sportivo, in quanto la FIA (Federazione Internazionale dell’Automobile) decise, nel 1986, di abolire la categoria (Gruppo B) in cui correva la vettura, per cui il programma sportivo della casa automobilistica si concentrò tutto sulla R11 Turbo, che correva per il mondiale di rally del Gruppo A. Per via dell’elevata potenza del motore e del suo particolare aspetto estetico, tra gli appassionati di rally la Renault 5 turbo è stata soprannominata Turbone.

MOTORI La storia della Renault 5 Turbo