La Mini va in campeggio con tre modelli straordinari. Foto

Tre concept car interpretano in modo diverso il modo Mini di vivere un avventuroso week-end, da soli o in due

Quando si pensa a Mini, si immagina una marchio di auto performanti, che fanno del piacere di guida la loro dote principale, anche nelle più "alte" e spaziose versioni Countryman. Tuttavia, non è la prima volta che Mini, in nome di un concetto esteso di sportività e auto per i giovani, mostra delle concept car per "weekend warriors", viaggiatori del fine settimana innamorati di campeggi e viaggi avventurosi.

Sono stati così presentati tre studi di design, ognuno dei quali interpreta in modo diverso la possibilità di utilizzare una Mini come veicolo adatto per il campeggio. Il primo modello è denominato Mini Clubvan Camper, ed è realizzato partendo dalla versione commerciale e destinata al carico del recente modello Clubvan, la derivata dalla Clubman -la Mini leggermente più lunga del modello normale e dotata di portellone posteriore a doppia porta.

In questo caso, il modello è pensato per viaggiatori solitari: al posto del sedile anteriore passeggero, è stato realizzato un letto a una piazza, mentre nel baule è ricavato un piccolo angolo cottura che si può allungare all’esterno con stufa a propano e frigorifero; all’interno, un lavandino, il navigatore satellitare e anche una televisione portatile e un sistema di riscaldamento ausiliario.

Mini Cowley, che prende il nome da una storia fabbrica Mini, è invece un piccolo rimorchio compatto e leggero (meno di 300 kg), adatto per essere trainato da una normale Mini a tre porte. Dalla curiosa linea ad arco, è adatto per due persone, e comprende un lavello con apposito serbatoio e pompa d’acqua, e una piccola stufa a gas per cucinare; è largo soli 12 cm più di una Clubman, ed è dotato anche di pannelli solari, in grado di fornire la ricarica ad una batteria: grazie alle prese interne a 230 V è possibile collegare ogni tipo di apparecchiatura elettrica, dal frigo alla tv. Naturalmente, è anche possibile dormire, trasformando l’interno in un pratico letto a due posti.

Più classica, invece, l’idea proposta con la Mini Countryman ALL4 Camp: seguendo un’idea già proposta in storiche auto del passato, il modello è dotato di una tenda sul tetto, che può allargarsi oltre la sagoma della vettura, ed è autonoma e accessibile con una scala. Pensata per due persone che viaggiano anche in luoghi lontani da un campeggio attrezzato, la tenda può essere richiusa in un comodo guscio durante gli spostamenti; è previsto anche un sostegno per il trasporto di una mountain bike.

(a cura di OmniAuto.it)

Fonte: Ufficio Stampa

MOTORI La Mini va in campeggio con tre modelli straordinari. Foto