La Fiat Panda che verrà: a guida autonoma e full electric

Manovre in casa FCA: Marchionne pensa all'elettrico e alla guida autonoma

La Fiat Panda del futuro sarà a guida autonoma ed full electric. Un’ipotesi infondata? Tutt’altro, basti pensare alle recenti manovre che stanno vedendo protagonista FCA e il suo amministratore delegato, Sergio Marchionne.

Le ultime in ordine di tempo, riportate da una fonte tradizionalmente ben affidabile come il Wall Street Journal, riferiscono di intriganti contatti tra l’azienda italo-americana e Google: “Fiat Chrysler Automobiles sta trattando con Alphabet (la società cui fanno capo Google e le altre società controllate, ndr) una partnership tecnica con Google Car , il progetto su cui il gruppo sta lavorando dal 2009 per sviluppare auto che si guidano da sole”, sostiene il media statunitense.

Al momento si tratterebbero, appunto, solo di contatti e non ci sarebbero ancora accordi firmati ‘nero su bianco’, anche perché la stessa Alphabet avrebbe contattato pure altre aziende automobilistiche. Che però Marchione stesse lavorando in questa sta direzione s’era capito già da alcune sue dichiarazioni rilasciate a fin marzo, nelle quali s’era detto certo che entro cinque anni ci sarebbero state auto in grado di guidarsi da sole, almeno in certe circostanze, e che la tipologia di vetture non poteva non interessare anche la Fca.

“Non abbiamo mai fatto e non faremo mai una scelta che andrebbe a limitare l’opportunità di FCA di partecipare alle opportunità offerte alle auto che si guidano da sole. Però non è il nostro mestiere e non possiamo entrare in trattative con idee precise su cosa vogliamo – aveva detto l’ad – Stiamo imparando e stanno imparando loro. La soluzione verrà sviluppata e condivisa con loro e non da noi da soli”

Oltre alla guida autonoma, nei giorni scorsi Marchionne aveva poi compiuto un’apertura piuttosto esplicita quanto inattesa (visto il suo storico scetticismo in materia) anche verso il mondo delle auto ‘full electric’ commentando il successo della Tesla3, con ben 325.000 ordini nella prima settimana di apertura degli ordini.

“Ho un grandissimo rispetto per Elon Musk, ceo di Tesla, ma lo zoccolo duro è vendere vetture e guadagnare e la nuova Tesla Model3 non esiste ancora – aveva dichiarato l’ad di FCA – Se però la Tesla Model3 avrà successo, la copierò con lo stile italiano, non mi vergogno di dirlo”.

“Siamo pronti a metterla sul mercato in 14 mesi: il problema è capire la struttura dei costi della vettura e quanto ci si guadagna”, aveva aggiunto Marchionne.

Auto con guida autonoma e completamente elettrica, dunque: dopo alcuni tentennamenti, FCA sembra aver deciso di aprire in modo esplicito e definito alle nuove possibilità di mobilità urbana proposte dalla tecnologia e dal mercato. Con tanto di Panda a guida autonoma e full electric in arrivo in un futuro non troppo lontano.

MOTORI La Fiat Panda che verrà: a guida autonoma e full electric