Jaguar XFR-S Sportbrake, una familiare che vola a 300 km/h. Foto

La meccanica è quella della XKR-S, sotto il cofano nasconde un 5,0 litri V8 benzina da 550 CV

La Jaguar XFR-S Sportbrake fa parte del filone sportivo delle R – S e si può considerare anche una "familiare" dai cavalli in abbondanza che non delude in termini di prestazioni. La meccanica è quella della XKR-S e a bordo le sedute sono riprese dalla F-Type, sotto il cofano, poi, la XFR-S Sportbrake nasconde un 5,0 litri V8 benzina sovralimentato da 550 CV che è abbinato al cambio automatico a otto marce con tecnologia Quickshift. Nella sua versione più potente raggiunge la velocità massima (limitata elettronicamente) di 300 km/h e scatta da zero a 100 km/h in 4,8 secondi.

Per avere la stessa agilità in curva e la stessa risposta della berlina è stata realizzata una ricalibratura della sospensione attiva posteriore, le barre antirollio sono state sostituite e l’assale posteriore è stato modificato, mentre i freni posteriori sono stati tarati per lavorare in armonia con il sistema ABS della vettura.

Le linee esterne della XFR-S Sportbrake sono state tese e allungate mantenendo la tradizione Jaguar Sportbrake. L’assetto è ovviamente ribassato e numerosi altri dettagli ne sottolineano le performance: gli pneumatici sono di basso profilo e le pinze dei freni in evidenza. Gli pneumatici, sviluppati in collaborazione con Pirelli, sono 10 mm più larghi, essendo 265/35 all’avantreno e 295/30 nel retrotreno; i grandi cerchi, invece, sono in lega leggera forgiata Varuna a sei razze da 20 pollici.

Trattandosi di una familiare un’attenzione speciale è stata riservata allo spazio nell’abitacolo dove, ad esempio, i sedili offrono una funzione di abbattimento 60:40 con un vano portasci integrato ed il volume di carico massimo raggiunge i 1.675 litri. I colori della carrozzeria sono cinque – Ultra Blue, Ultimate Black, Stratus Grey, Polaris White e Italian Racing Red – abbinabili alle finiture in pelle Warm Charcoal per i sedili e le portiere.

La XFR-S Sportbrake consuma nel ciclo combinato 12,7 litri di carburante ogni 100 km emettendo 297 g/km di CO2. Lavorando in sintonia con la sospensione maggiorata, ruote e pneumatici sono monitorati mediante programmi elettronici che gestiscono l’Adaptive Dynamics, il differenziale elettronico attivo ed il DSC. Il sistema Jaguar Adaptive Dynamics controlla attivamente il movimento verticale del corpo vettura e le percentuali di rollio e beccheggio attraverso l’utilizzo di ammortizzatori a variazione continua.

(a cura di OmniAuto.it)
 


 

MOTORI Jaguar XFR-S Sportbrake, una familiare che vola a 300 km/h. Foto