Fiat, stop alla produzione delle compatte in Cina

Stop alla produzione per le scarse vendite in Cina di Fiat Ottimo e Fiat Viaggio

Le compatte cinesi Fiat Viaggio e Fiat Ottimo non verranno più prodotte nello stabilimento GAC Fiat di Changsha a causa di un crollo nelle vendite che non è più sostenibile per il marchio torinese.

Le due Fiat ”cinesi” erano il frutto della joint venture di FCA con il gruppo cinese GAC e sono state prodotte nello stabilimento di Changsha, un sito di produzione in grado di garantire volumi di circa 300 mila unità all’anno che continua a produrre la versione locale della Jeep Cherokee, uno dei modelli di punta per il mercato cinese del brand Jeep.

Per il momento le strategie di FCA ed, in particolare, del marchio Fiat per il mercato cinese sono tutt’altro che chiare.

E’ notizia di qualche giorno fa il boom di vendite della Alfa Romeo Giulia in Cina. In occasione dell’accordo che ha inaugurato su Tmall, piattaforma del gruppo Alibaba, lo store dedicato allo storico marchio sportivo di Fca, sono state vendute 350 Giulia in edizione limitata ‘Milano’ nel tempo record di 33 secondi.

MOTORI Fiat, stop alla produzione delle compatte in Cina