Fiat Multipla, l’auto meno amata dagli italiani

La Fiat Multipla è l'auto meno amata tra quelle prodotte dalla casa automobilista torinese ma perché?

La Fiat Multipla è una monovolume prodotta dal 1998 al 2010, presso gli stabilimenti di Mirafiori e di Arese. A causa del suo design non proprio attraente (soprattutto la prima serie), risulta essere l’auto meno amata dagli italiani e, per alcuni, anche la più brutta mai realizzata dalla casa automobilistica torinese. Analizziamo meglio la sua particolare storia e scopriamone qualche curiosità in più.

La Fiat Multipla venne presentata in anteprima al salone internazionale di Francoforte, nel 1997 e la prima serie venne prodotta dal 1998 al 2003, con oltre 120 mila esemplari venduti. La sua particolarità, oltre all’audace design, era la presenza interna di sei sedili disposti su due file: questa caratteristica le fece ottenere un gran successo nel campo del trasporto pubblico dei taxi. Nello stabilimento torinese di Mirafiori vennero prodotte le Multipla a benzina e a gasolio, mentre in quello di Arese i modelli a gas naturale (BiPower, GPower e BluPower).

La seconda serie, invece, venne prodotta dal 2004 al 2010, per poi essere sostituita definitivamente dalla nuovissima Fiat 500L Living. Nei nuovi modelli, venne compiuto un importante restyling, in cui spariva quel vistoso scalino frontale tra cofano e parabrezza, che rese famosa, nel bene o nel male, la Fiat Multipla. A fine produzione si sono contati più di 320 mila modelli venduti (è stata commercializzata solo in Europa). In occasione delle Olimpiadi Invernali di Torino 2006, l’azienda torinese realizzò una versione speciale della Multipla: la Multiporta. Essa poteva ospitare ben otto passeggeri ed era dotata, addirittura, di sei porte.

Anche nel resto del mondo i pareri su quest’auto sono stati contrastanti. Nel 1999, il MoMA di New York ha esposto la Multipla, elogiandola come un esempio delle nuove tendenze della futura motorizzazione. Il famoso TIME, invece, ha inserito la monovolume tra le cinquanta peggiori auto di sempre. Dal 2008, la Multipla, ribattezzata Multiplan, viene prodotta anche in Cina, dalla casa automobilistica Zotye, dove ha riscosso un buon successo.
La Fiat Multipla, tuttavia, non era un’inedita della casa del lingotto torinese: già nel periodo 1956-1967, infatti, la Fiat produsse la 600 Multipla, discendente della più moderna monovolume, la quale possedeva anch’essa sei posti di serie.

MOTORI Fiat Multipla, l’auto meno amata dagli italiani