Ferrari CascoRosso, uno sguardo al futuro del Cavallino. Foto

Un giovane designer inventa l'ipotetica sostituta della F12 Berlinetta, ispirandosi alla 250 GTO

Ferrari CascoRosso: un nuovo modello della Casa di Maranello? Non esattamente.

Un aspirante designer, Dejan Hristov, ha voluto di sua iniziativa immaginare le forme di un’ipotetica erede dell’attuale F12 Berlinetta.

Veramente ipotetica, dal momento che la vettura “reale” è stata presentata da poco tempo, ultima delle leggendarie Ferrari coupé a due posti motorizzate con il grande V12, tra cui 599 GTB Fiorano o 550 Maranello con motore anteriore, oppure Testarossa e BB con motore posteriore.

Nella CascoRosso i motori in realtà sono due: un motore elettrico è infatti immaginato in abbinamento a quello termico, e collocato posteriormente per rendere più equilibrato il peso.

L’estetica con linee tese e molte sfaccettature obbedisce ai gusti dei giovani appassionati di design, con tutte quelle ali e superfici interrotte che suggeriscono un attentissimo studio aerodinamico.

Per non disturbare i flussi dell’aria, sono stati addirittura eliminati gli specchietti retrovisori, sostituiti da ben più piccole telecamere, come pure le luci anteriori a LED, nascoste da apposita palpebre quando non utilizzati.

Se però andiamo ad osservare come si muovono le linee dell’auto, soprattutto nella fiancata e in corrispondenza dei parafanghi, troviamo la fonte di ispirazione del designer: la Ferrari 250 GTO del 1962, una delle Ferrari più celebri del passato, che ha oggi un valore tale da essere considerata una delle più costose automobili del mondo.

Un’altra caratteristica della CascoRosso è l’ingresso nell’abitacolo: le portiere non si limitano ad avere apertura verticale, ma si portano via anche parte del tetto, per agevolare la "discesa" nel basso e sportivissimo abitacolo.

Da notare anche la vista dall’alto, che evidenzia la posizione dei propulsori e l’ampia superficie posteriore, priva di lunotto -tanto ci sono le telecamere- e configurata come un ampio alettone.

Saranno così le Ferrari del futuro? Probabilmente l’auto manca un po’ di eleganza rispetto alle realizzazioni tipiche della casa: però, qualche idea futuribile potrebbe in effetti essere ripresa anche in una futura Ferrari di serie.

(a cura di OmniAuto.it)


 

Fonte: Ufficio Stampa

MOTORI Ferrari CascoRosso, uno sguardo al futuro del Cavallino. Foto