Dieselgate Volkswagen: approvato l’aggiornamento del 1.6 TDI EA189. Cosa fare

Via libera dell'Autorità Federale per i Trasporti tedesca all'aggiornamento del 1.6 TDI EA189

Novità importante per i possessori di auto del gruppo Volkswagen con motore diesel 1.6 TDI EA189, uno di quelli coinvolti nello scandalo Dieselgate. L’Autorità Federale per i Trasporti tedesca (KBA) ha infatti approvato le soluzioni tecniche per 2,6 milioni di veicoli equipaggiati con il sopracitato motore. L’implementazione potrà quindi iniziare anche sui propulsori della terza e ultima cilindrata interessata.

Cosa fare? Semplice: i proprietari saranno informati nel corso delle prossime settimane e potranno fissare un appuntamento nei Centri di Assistenza, nei quali la propria auto riceverà un aggiornamento del software e l’installazione di un cosiddetto stabilizzatore di flusso direttamente davanti al misuratore della massa d’aria. L’operazione dovrebbe richiedere meno di un’ora e sarà completamente a carico dell’azienda tedesca.

A livello tecnologico, dunque, il KBA ha confermato senza riserve che l’implementazione delle soluzioni tecniche per i modelli motorizzati 1.6 TDI, come già avvenuto per il 2.0 TDI e 1.2 TDI, non comporterà alcun effetto peggiorativo su consumi di carburante, prestazioni o emissioni acustiche, così come fatto in precedenza per tutti gli altri modelli per i quali è stata approvata la campagna. Al completamento dell’intervento, le vetture rispetteranno pienamente tutti i requisiti legali e gli standard vigenti in materia di emissioni.

Ricordiamo che, al di là dell’intervento tecnico, i veicoli interessati sono tecnicamente sicuri e adatti alla circolazione su strada e, in attesa dell’aggiornamento, possono essere utilizzati senza alcuna limitazione. L’attuazione delle misure tecniche è in corso in tutta Europa, secondo un calendario e un piano d’azione coordinati da Volkswagen con l’Autorità Federale per i Trasporti tedesca (KBA).

MOTORI Dieselgate Volkswagen: approvato l’aggiornamento del 1.6 TDI EA1...