Come iscrivere la propria auto all’Asi

Macchina d'epoca? Ecco come iscrivere la propria auto all'Asi.

E’ innanzitutto necessario precisare che iscrivere la propria auto all’Asi, e quindi essere riconosciuta come auto d’ epoca , è tutto meno che un’operazione semplice. Questo perché la propria auto deve possedere delle caratteristiche specifiche che sono molto restrittive, quindi il fatto che la propria auto sia molto vecchia, non la trasforma necessariamente in un’auto d’epoca. Qualora dopo l’accurata valutazione degli esperti tutti i requisiti sono soddisfatti, vi verrà rilasciata la certificazione. Ecco quali sono queste caratteristiche e come fare per registrarla all’Automobilclub Storico Italiano.

Il primo importante requisito che la vostra auto deve rispettare è che la sua uscita dal concessionario deve essere avvenuta prima del 1990, e essere al momento dell’iscrizione in buone condizioni. Qualora una delle due cose non sia rispettata, l’auto sarà considerata “vecchia” e non d’ epoca .
Quindi è importante verificare l’immatricolazione e se la sua struttura è molto danneggiata, provvedere a renderla in buono stato rispettando la sua natura di auto “datata”. Un altro elemento da tenere presente è che non basta vedere rispettate le due caratteristiche sopra citate, ma ci sono delle regole interne all’Asi che riguardano le tipologie di auto da poter considerare d’epoca.

In pratica ogni anno l’Asi sceglie alcuni modelli di auto che ritiene essere di interesse storico, e quindi anche la vostra auto deve essere all’interno di questo registro.
Sarà l’Automobilclub che provvederà ad effettuare tale verifica. Qualora vi venga dato l’ok potete procedere con l’iscrizione del mezzo, altrimenti potete tornare sui vostri passi tenendovi la vostra auto come semplice mezzo di trasporto.
Sembra che alla fine si tratti solo di tre punti fondamentali e che un’auto molto vecchia è facile che li soddisfi tutti, ma in realtà non è proprio così, infatti sono molte le auto in circolazioni molto vecchie e poche quelle che ogni anno sono idonee all’iscrizione all’Asi.

Se avete ricevuto l’idoneità, e la vostra auto è pronta per essere iscritta, ecco cosa dovete fare: all’interno degli uffici Asi troverete il modulo specifico dove dovrete indicare i seguenti dati:
– L’intestatario del mezzo (se identico a chi presenta la domanda la pratica è più rapida).
– La targa del veicolo.
– I dati del libretto di circolazione (portatelo con voi al momento della domanda).
– L’assicurazione che come sapete è obbligatoria per legge.
Infine dovrete presentare quattro fotografie del mezzo (Due delle fiancate, una davanti e una dietro) per verificare la presenza del veicolo fra quelli di interesse storico . Consegnare il veicolo all’Asi che lo farà visionare da un meccanico autorizzato per verificare che non abbia subito modifiche volte a truccarlo.

MOTORI Come iscrivere la propria auto all’Asi