Chevrolet Chaparral 2X Vision Gran Turismo Concept: l’auto da corsa del futuro

Il prototipo Chevrolet Chaparral si potrà guidare solo in un videogioco

Il prototipo Chevrolet Chaparral 2X Vision Gran Turismo Concept è stato mostrato al Salone di Los Angeles 2014 e si potrà guidare solo nel videogioco Gran Turismo 6 su PlayStation 3. Si tratta di un omaggio alla Chaparral, casa automobilistica statunitense che tra gli anni ’60 e ’80 realizzò numerose vetture da corsa in collaborazione con General Motors.

Le caratteristiche tecniche di questa automobile virtuale si avvicinano alla fantascienza: il motore da 912 CV sfrutta un laser alimentato da batterie agli ioni di litio che permette all’auto di raggiungere una velocità massima di 384 km/h e di accelerare da 0 a 100 chilometri orari in 1,5 secondi.

Quando i piloti Jim Hall e Hap Sharp fondarono Chaparral Cars nel 1962, pochi avrebbero potuto immaginare quanto sarebbero stati in grado di scuotere e rivoluzionare gli standard del mondo delle corse.
Attraverso applicazioni pionieristiche di aerodinamica e di tecnologia aerospaziale, e la partnership con la divisione ricerca e sviluppo Chevrolet, Chaparral Cars fece progredire la scienza della auto da corsa. Inoltre trionfarono in pista sui più affermati costruttori di auto sportive provenienti da tutto il mondo, grazie ai cavalli dei motori Chevrolet.

Lo stesso spirito di innovazione che ispirò l’auto concept da corsa Chevrolet Chaparral 2X Vision Gran Turismo (VGT), è alla base del progetto Vision Gran Turismo che celebra il 15° anniversario del videogioco di corse per Playstation Gran Turismo invitando i produttori a dare ai fan un assaggio del futuro del design automobilistico.

L’auto ha debuttato al Los Angeles Auto Show: i giocatori saranno in grado di guidare la Chaparral 2X VGT in seguito al rilascio dell’aggiornamento online per Gran Turismo 6 durante la stagione estiva 2015.
“Questo concept è una visione audace e ambiziosa, che dimostra come l’ingegneria e il design di Chevrolet stiano sfidando le regole ed esplorando le tecnologie di domani”, ha detto di Clay Dean, direttore esecutivo del reparto di design avanzato di Chevrolet.
“E’ anche un inno ad una partnership unica che ha aperto la strada a tecnologie innovative che possono essere utilizzate sia in pista sia in strada”, ha spiegato Dean.

La Chevrolet Chaparral 2X VGT ha un telaio monoscocca in composito, il cambio automatico e ha un’aerodinamica attiva. La partnership ha anche generato una tecnologia di acquisizione innovativa dei dati del veicolo e Chevrolet sta continuando ad utilizzare i programmi di corsa per testare e sviluppare nuove tecnologie e nuovi materiali.

“E’ stato creato in un ambiente senza regole per sfidare i progettisti e gli ingegneri impegnati attraverso una serie di test che hanno fornito delle sensazioni molto esaltanti. Questa è una macchina che mixa fantasia e design”, ha dichiarato Frank Saucedo, che ha guidato la squadra che ha lavorato sul concept. “Come l’originale, ormai di alcuni decenni fa, la Chaparral 2X VGT deriva il suo design da tecnologie aerospaziali avanzate che le serviranno per  raggiungere i suoi obiettivi di performance”.

L’alimentazione è fornita da un sistema di propulsione basato sulla tecnologia laser che trae ispirazione da un lavoro avanzato destinato ai viaggi nello spazio e alla progettazione dei nuovi aeromobili. Gli impulsi dei sistemi di propulsione creano onde d’urto che generano un’enorme spinta. Il laser è alimentato da batterie agli ioni di litio e un generatore ad aria aiuta la macchina a produrre 900 CV (671 kW).
Chevrolet ha dichiarato che questo consentirà al concept di accelerare da 0 a 100 km/h in 1,5 secondi prima di arrivare ad una velocità massima di 386 km/h.

MOTORI Chevrolet Chaparral 2X Vision Gran Turismo Concept: l’auto da co...