Sorpassare senza rischiare incidenti e multe, ecco come si fa

Per evitare di prendere multe salate e di fare manovre pericolose occorre sapere con precisione come si sorpassa

Sorpasso: può suscitare malinconia negli appassionati del grande cinema italiano (ricordate il film con un ispiratissimo Vittorio Gassman); o può far venire i brividi se si pensa alle numerose manovre azzardate che si vedono sulle strade italiane.

E proprio di questo secondo aspetto ci occupiamo: non esistono statistiche precise al millimetro sui sinistri dovuti a sorpassi sbagliati (spesso si dà impropriamente la colpa a una generica distrazione, o alla velocità); ma in realtà superare un altro veicolo è una decisione spesso delicata.

Genericamente, le regole d’oro è: lasciare un margine di sicurezza per la manovra, tenendo a mente che con la velocità e la lunghezza del mezzo da superare, i metri per effettuare il sorpasso crescono. Il secondo aspetto è la luce: di giorno, in assenza di pioggia, il sorpasso è molto più facile che di notte, quando gli anabbaglianti illuminano fino a una certa distanza (e non potete certo utilizzare gli abbaglianti, che darebbero fastidio sia al veicolo che vi precede sia ai mezzi provenienti dalla direzione opposta). Non solo: ricordatevi che oltre alla macchina da sorpassare, durante la manovra dovrete stare attenti a qualsiasi altro veicolo (o addirittura pedone) in strada, non ultima una bici, magari senza luci.

Chi vi precede è una tartaruga? Questo non vi autorizza assolutamente a incollarvi al sedere di quella vettura: dovete rispettare comunque la distanza di sicurezza, tale per cui potrete frenare senza tamponare. Inoltre, non avete spazio per riprendere e per bruciare a dovere l’auto davanti.

Men che meno incolonnatevi a chi già sta superando: è un sorpasso cieco, e andreste incontro all’ignoto. Non è necessario dirlo: al momento buono, dovete avere la vostra auto in tiro, con la marcia giusta; scalate in modo intelligente e superate in sicurezza, dopo aver segnalato la volontà di fare la manovra con l’indicatore di direzione sinistro.

Dopodiché, segnalate il ritorno a destra. E rientrare nella vostra carreggiata originaria con la necessaria dolcezza, senza strappi, e senza essere d’intralcio alla vettura dietro.

E le multe? Occhio: in presenza di linea continua, il sorpasso non è vietato, è però vietato oltrepassare la linea (sanzione di 41 euro e 2 punti). In presenza di segnale verticale che vieta il sorpassom la sanzione è di 41 euro se comemssa in città, 80 euro se a in area extraurbana; può concorrere con la precedente (sorpasso vietato più superamento linea continua). I casi che prevedono la sospensione della patente? Sorpasso in condizioni di scarsa visibilità (curva, dossi, nebbia, nevicata, ecc), alle intersezioni, in corrispondenza di passaggi pedonali.

(a cura di OmniAuto.it)

Fonte: Ufficio Stampa

MOTORI Sorpassare senza rischiare incidenti e multe, ecco come si fa