Nuova Subaru WRX, il ritorno della regina dei rally. Foto

Arriva l'ultima generazione della Subaru WRX, erede delle Impreza da corsa degli anni '90

Gli appassionati di auto sportive sanno che la sigla Subaru WRX evoca una particolare stagione dei rally, durante la quale la berlina sportiva giapponese a quattro ruote motrici dominava gare e campionati con gran disinvoltura. Ora i rally internazionali sono appannaggio di altre auto, ma Subaru continua ad aggiornare la sua sportiva, con l’ultima edizione presentata al pubblico di recente negli Stati Uniti, a Los Angeles: l’auto sarà infatti presentata di sicuro negli Stati Uniti, e forse anche in Europa.

Ci sono molte variazioni rispetto alla prima versione di Impreza WRX, lanciata nel 1992, ma viene rispettato il DNA che ha sempre caratterizzato la WRX, a cominciare dalla carrozzeria: berlina a quattro porte di impostazione piuttosto tradizionale, parafanghi molto ampi, alettoni e prese d’aria di ogni tipo, luci che sembrano far pensare a corse notturne, l’alettone posteriore e una grande, immancabile presa d’aria centrale sul cofano. I cerchi sono color canna di fucile scuro, e sono introdotte nuove verniciature perlate, Blu -il classico colore delle Subaru da corsa- e Bianco.

La rigidità della Subaru WRX è sempre stata qualcosa di proverbiale: di solito gli interni non hanno mai lasciato spazio a raffinatezze e coccole, rivelando l’essenzialità che si addice ad un’auto estrema. In questo caso, ci sono alcune ricercatezze in più, come la pelle dei sedili con cuciture in contrasto rosse, o le finiture in carbonio. Da segnalare, ovviamente, la plancia centrale che contiene il sistema di informazione e multimediale, e soprattutto il display con le indicazioni sulla turbina. Pedaliera d’alluminio, e strumenti principali con indicazioni in rosso completano la sensazione di sportività.

Rimane il cuore: Subaru significa 4 cilindri contrapposti, o "boxer", e il nuovo 2 litri eroga 268 CV. con coppia massima di 350 Nm: dotato di turbo e iniezione diretta di benzina, fa meglio del precedente 2,5 litri, anche se i dati di accelerazione e velocità non sono stati ancora dichiarati. Il cambio è un manuale a 6 velocità, o il recente Lineartronic, un CVT a variazione continua di recente progettazione per sopportare la grande coppia del motore, e che può essere utilizzato con 8 rapporti simulati, per chi non vuole rinunciare comunque a cambiare le marce come in gara.

(a cura di OmniAuto.it)

Fonte: Ufficio Stampa

MOTORI Nuova Subaru WRX, il ritorno della regina dei rally. Foto