Audi Q2, il nuovo suv compatto ‘giovane’ e grintoso

A Ginevra debutta il nuovo Q2, il suv compatto di casa Audi

Audi sbarca nel segmento dei suv compatti con il nuovo Q2 presentato al Salone di Ginevra, un modello premium pronto a fare la ‘voce grossa’ su rivali qualificati come il Mini Countryman grazie ad un look originale e a una tecnologia di livello superiore. Il suv della casa di Ingolstad sarà ordinabile da metà anno nelle concessionarie europee, dove arriverà ad autunno.

Di sicuro il nuovo Q2 si propone come una novità in casa Audi non solo per la tipologia ma pure per il look, diverso sia dai suv più grandi che dalle linee delle berline. “Per Audi Q2 abbiamo sviluppato un linguaggio delle forme marcatamente geometriche, con caratteristiche di design specifiche. La vettura si presenta quindi con un carattere esclusivo all’interno della famiglia Q”, ha sottolineato Marc Lichte,Responsabile del Design Audi.

Costruito sulla piattaforma modulare MQB, la stessa dell’A3, alto 1,52,,largo 1.79, lungo 4.19 e con un passo di 2,60, il Q2 si presenta come un suv compatto dal look ‘grintoso’ con diversi angoli e spigoli. Sin dal frontale si coglie la differenza con gli altri suv Audi grazie alla griglia single frame dal design ottagonale e piazza in posizione relativamente elevata, alle grandi prese d’aria e ai fari più grandi e squadrati. Sul posteriore, invece, si notano il lungo spoiler al tetto e il diffusore con funzione di protezione sottoscocca, che rendono l’immagine del suv decisamente più dinamnica.

L’interno ha un accesso alto e ottima visibilità nonostante la posizione del conducente sia più da berlina. Il vano bagagli ha una capienza di 405 litri con i sedili in posizione standard, capienza che arriva a 1.050 con il divano abbassato. L’interno, come l’esterno, è peraltro ampiamente personalizzabile per equipaggiamento, colori e rivestimenti: opzionabil anche il portellone a comando elettrico e il divano posteriore diviso in tre parti con possibilità di carico passante.

A livello di assistenza alla guida e sicurezza, il Q2 offre di serie sistemi da categorie superiori, come l’head-up display e l’Audi pre sense front, che ‘riconosce’ le situazioni critiche causate da altri veicoli o pedone che occupano l’area anteriore del mezzo fino ad attivare una frenata d’emergenza. In dotazione anche l’adaptive cruise control con funzione Stop & Go, l’assistente al traffico (jam assist), il dispositivo di assistenza per cambio di corsia Audi side assist, il dispositivo di assistenza per il mantenimento di corsia Audi active lane assist, il riconoscimento della segnaletica, l’assistente al parcheggio e l’assistente al traffico trasversale posteriore

A livello di infotainment il Q2 è dotato di un monitor MMI piazzato sulla plancia e il sistema può esser gestito sia tramite una manopola sul tunnel centrale che , con il MMI plus, tramite un touchpad. A livello internet, c’è anche la possibilità di un hotspot Wlan per il collegamento in rete mentre Audi smartphone interface supporta sia iOs che Android.

Ampia la scelta di motori. Tra i benzina si può puntare su un tre cilindri TFSI da 1 litro e su due quattro cilindri da 1.4 e 2 litri. Per quanto riguarda invece i diesel, sono disponibili tre 4 cilindri da 1.6 e 2.0 con potenze complessive da 116 a 190 CV. Il cambio standard è quello a sei marce mentre su richiesta si può avere quello a doppia frizione S tronic con sette rapporti. Per il TDI top di gamma e il 2.0 TFSI viene impiegato un cambio a doppia frizione di nuovo sviluppo combinato con la trazione integrale permanente quattro. Detto che è di serie pure il servosterzo progressivo, vengono offerti su richiesta gli ammortizzatori adattivi e il sistema Audi drive select, con il quale il conducente può ‘tarare’ la propria Q2 come preferisce.

Già anticipato come il nuovo suv compatto arriverà nelle concessionarie Audi ad autunno, ancora non è stato reso noto ufficialmente il listino prezzi ma l’entry level dovrebbe aggirarsi intorno ai 23mila euro.

MOTORI Audi Q2, il nuovo suv compatto ‘giovane’ e grintoso