Audi A5 e S5, tecnologia e sportività per la nuova generazione

Audi ha presentato la nuova generazione delle sue berline di segmento D, pronte a sfidare BMW Serie 4 e Mercedes Classe C

A nove anni dal debutto sul mercato, arriva sul mercato la nuova generazione dell’Audi A5: rinnovata esteticamente e a livello tecnologico, la berlina della casa di Ingolstadt è pronta a sfidare nel competitivo segmento D premium le tradizionali rivali BMW Serie 4 e Mercedes Classe C.

La nuova tre porte dei Quattro Anelli è stata costruita sulla stessa piattaforma MLB Evo della ‘sorella minore’ A4: se le dimensioni restano così sostanzialmente invariate rispetto al modello precedente, la nuova struttura di base, abbinata all’utilizzo di acciaio e alluminio, permette alla berlina di pesare 60 chili di meno, una novità che, sfruttando pure il maggior rendimento dei motori, permette un risparmio del 25% sui consumi a fronte di prestazioni migliorate del 17 %.

Esteticamente le novità maggiori riprendono lo stile più ‘tagliente’ già visto sulla A4: proporzioni più sportive con cofano motore allungato e tetto ribassato, griglia single frame larag e piatta, proiettori a LED matrix e passaruota pronunciati su una linea laterale ondulata contribuiscono a dare alla berlina tedesca un’immagine complessivamente più dinamica. L’abitacolo sfrutta poi al meglio la nuova piattaforma, risultando più comodo e spazioso, tanto che il bagagliaio arriva a 465 litri pur senza abbassare i sedili, suddivisibili con il rapporto 40:20:40) mentre sedili e dettagli confermano la tradizionale attenzione Audi alla qualità

Per la prima volta su A5 Coupé è disponibile a richiesta l’Audi virtual cockpit, il quadro strumenti basato su un display TFT da 12,3 pollici con una risoluzione di 1.440 x 540 pixel. In abbinamento al sistema di navigazione MMI plus con monitor da 8,3 pollici nella consolle centrale si crea quindi una sorta di unità informativa centrale completa. A gestire (quasi) tutto il terminale MMI c’è l’ormai immancabile manopola a pressione/rotazione di forma circolare. Restando all’infotainment, è presenta anche la sim integrata per il wi-fi, il mirroring per i dispositivi Android e iOs, la ricarica wireless per lo smartphone e i vari servidi Audi Connect, compresa la chiamata automatica d’emergenza.

Ampia pure la gamma dei sistemi di sicurezza e assistenza alla guida, dall’adaptive cruise control all’assistenza al parcheggio, dal riconoscimento della segnaletica con telecamera fino alla regolazione degli ammortizzatori, che grazie alla semplice pressione di un tasto passano da un’impostazione comfort ad una più spiccatamente dinamica.

Per quanto riguarda invece i motori, si potrà scegliere tra 2 benzina e 3 diesel con potenza variabile tra i 190 e i 286 CV, mentre per il cambio si potrà puntare sul manuale sei marce o sull’automatico S tronic a sette rapporti mentre il tiptronic a otto rapporti è riservato alla motorizzazione Diesel top di gamma da 286 CV.

Il top della gamma, come sempre è rappresentato dalla versione più sportiva S5, che, oltre ad una serie di particolari estetici, si differenzia soprattutto per il 3.0 TFSI V6 di nuovo sviluppo, con potenza di 354 CV (21 in più rispetto alla generazione precedente) e cambio automatico tiptronic a otto rapporti: il risulatto è un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 4″7 a fronte di un consumo di 7,3 l di carburante ogni 100 km.

Già ordinabili, le nuove A5 e S5 arriveranno ‘fisicamente’ nelle nuove concessionarie il prossimo autunno e a fine anno dovrebbero essere raggiunte dalla versione Sportback. Per gli amanti delle cabrio e RS, bisognerà invece aspettare almeno la prossima primavera. Per finire, ancora non ufficializzato il listino prezzi ma da Ingolstadt fanno sapere che l’entry level sarà inferiore ai 45mila euro.

MOTORI Audi A5 e S5, tecnologia e sportività per la nuova generazione