Giulietta Story: nel 1954 la Sprint, un anno dopo la Spyder

Le varie versioni: Veloce, Speciale e Zagato SZ. Motore 4 cilindri in linea di 1290cc, potenze da 65 a 98 Cv. I prezzi: da L.1.735.000 a 2.875.000

L’affascinante storia della Giulietta comincia nel 1954 l’Alfa Romeo decide di realizzare una vetturali cilindrata inferiore ai 1300cc. Nasce la  sportiva Giulietta Sprint nell’atelier torinese di Nuccio Bertone, un anno prima della corrispondente berlina: passo corto, linea elegantissima, due posti, più una panchetta posteriore, cambio a 4 rapporti con leva sotto il volante (dal 1958 il cambio a cloche).

 La Sprint costava un milione e 735.000 lire e fu realizzata in 24.084 esemplari. La produzione, interrotta nel 1962, fu ripresa nel ’64 con denominazione Sprint 1300.
Le caratteristiche tecniche della Giulietta erano: motore anteriore longitudinale, 4 cilindri in linea, potenza massima 65 Cv a 4000 giri/min (79 Cv dal 1958), coppa massima 11 kgm a 4000 giri/min, trazione posteriore, cambio meccanico 4 marce, freni a tamburo (anteriori a disco dal 1964).
Le sospensioni: anteriore a ruote indipendenti, posteriore ad assale rigido. Lunghezza: m.3,98, larghezza 1, 54, altezza 1, 32 (1,35 dal 1958). Peso in ordine di marcia 880 kg (935 dal 1958).
Dal 1956 al 1962 venne venduta anche la Sprint Veloce: minor peso, 14 Cv in più, velocità massima 170 orari. Ne vennero realizzate due serie e prodotte 3.058 unità. Costava 2 milioni e 225.000 lire.
Dal 1957 al ’62 visse la Giulietta Sprint Speciale (prezzo 2 milioni e 686.000 lire). Profilo basso e penetrante calandra diversa rispetto a quella della Sprint Veloce, raffinato profilo aerodinamico. Cambio a 5 marce. La potenza aumenta a quasi 100 Cv e velocità massima di 183 orari. Ne furono costruite 1.252 unità.
La più fascinosa è la Giulietta Spider prodotta dal 1955 al 1961, anche in bversione Veloce. Disegnata da Pininfarina, debuttò al salone di Parigi del 1955 ed ebbe subito apprezzamento massimo negli Usa.
Cambio meccanico a 4 marce, comando a leva centrale (i primi esemplari ebbero cambio al volante), potenza massima 65 Cv (80 per la Veloce), velocità massima 155/157 e 170/173 (Veloce). Il prezzo era di L. 1.908.065 (Spider) e L.2.398.000. Ne furono costruite 14.300 della versione normale e 2.796 di Veloce.
 Di Spider e Spider Veloce ne venne realizzata anche una terza serie che restò in produzione un anno, sino al 1962. Di rilevante, rispetto alle due serie precedenti, la fanaleria posteriore. I prezzi sono di L. 1.710.000 per la normale e di L. 2.025.000 per la Veloce.
Dal 1960 al 1962, la Carrozzeria Zagato progettò e realizzo due serie di Giulietta SZ: erano vetture per la clientela sportiva per correre nelle GranTurismo. Carrozzeria in lega leggera,  potenza di 98 Cv, velocità massima di 189 km/h. Ne furono prodotte 217 unità. Costava L.2.875.000.

MOTORI Giulietta Story: nel 1954 la Sprint, un anno dopo la Spyder