Alfa Romeo: la storia della Giulia

L'Alfa Romeo Giulia è una delle vetture più vendute della storia dell'Alfa Romeo. Conosciamola meglio

La Giulia, nata come erede della Giulietta , è una vettura prodotta dall’Alfa Romeo dal 1962 al 1977. Ne esistono numerose di varianti, dalla berlina, alla coupé, passando per i modelli cabriolet e spider. In 15 anni di produzione sono usciti dagli stabilimenti del Portello e di Arese circa un milione di esemplari. Numeri che hanno reso la Giulia una delle vetture più vendute nella storia dell’Alfa Romeo.

Per molti anni è stata in dotazione a Polizia e Carabinieri, scelta proprio per le sue doti di auto veloce, agile e con un’ottima tenuta di strada.
Basti pensare che in una prova su strada, tenutasi nel 1965, venne messa a confronto con altre 12 vetture di case automobilistiche rivali e di pari classe. Il risultato fu sensazionale per l’epoca: la Giulia risultò la più veloce con 177,154 km/h, con gli altri modelli che oscillavano tra i 132 km/h e i 165 km/h.

Le varianti della Giulia sono tantissime.
Si passa dalla Coupé con le versioni GT, a quella cabriolet, alle spider a due posti, fino ad arrivare alle familiari con la famosissima Giardinetta.

Le caratteristiche tecniche e meccaniche principali erano:
– Motore anteriore, 4 cilindri, 1570 cc.
– Distribuzione a 2V, doppio albero a camme in testa e doppia catena.
– 92 cavalli vapore a 6000 giri al minuto.
– Trazione posteriore.
– Cambio a 5 rapporti + retromarcia.
– Omologata per 5 posti.
– Serbatoio da 46 litri.
Le prestazioni dichiarate, come già detto prima, danno una velocità massima di 175 km/h e un consumo di 10,5 litri di carburante ogni 100 km.

Nel 1976, a causa della crisi petrolifera, venne realizzata la Giulia “Nuova Super Diesel” mossa da un 4 cilindri diesel, la prima auto a gasolio del listino Alfa Romeo. A causa della troppa fretta nella sua realizzazione, i risultati furono molto deludenti, in quanto adottava un motore lento, rumoroso e molto pesante perché interamente in ghisa. La Giulia diesel fu così un vero fiasco, sia tecnico che commerciale. Si registrarono anche veri e propri cedimenti strutturali.

Il 1977 è l’anno di fine produzione della Giulia. 38 anni dopo torna di nuovo sulle scene mondiali. Infatti, il 24 giugno 2015, in occasione dei 105 anni del marchio, viene presentata in anteprima mondiale la nuova Alfa Romeo Giulia, nella sola versione Quadrifoglio, con motore Bi-Turbo da 2891 di cilindrata, con propulsore V6 benzina da 510 cavalli e velocità massima di 307km/h. Il marchio Alfa Romeo punta molto sul rilancio della nuova Giulia e il 2016 sarà l’anno della verità.

Immagini: Depositphotos

Classiche

MOTORI Alfa Romeo: la storia della Giulia