Alfa Romeo Giulietta: l’omonima auto simbolo prodotta dal 77′ al 83′

L'Alfa Romeo Giulietta è un'auto leggendaria che ha avuto tre diverse incarnazioni, ma per molti resta indimenticabile quella prodotta a cavallo fra gli anni '70 e '80

La storia dell’Alfa Romeo Giulietta ha inizio negli anni ’50. La prima auto a fregiarsi di questo nome, una vettura moderna e sportiva, viene prodotta dal 1955 al 1965 e diventa immediatamente una delle auto simbolo del biscione. Circa venti anni dopo, venuto il momento di progettare una nuova auto per sostituire l’Alfa Giulia, si sceglierà di riproporre questo nome leggendario. La nuova Giulietta, una berlina a tre volumi, va ad affiancare un’auto già presente sul mercato da qualche anno, l’Alfetta, di cui riprende meccanica e parte dei motori.

Commercialmente l’ Alfa Romeo Giulietta si pone come alternativa più economica al modello di punta, strategia volta a evitare una deleteria concorrenza interna: ecco perchè le motorizzazioni, almeno all’inizio, sono limitate a un 1.3 e un 1.6.
Dalla caratteristica forma a cuneo, la Giulietta si fa subito notare per il suo carattere sportivo. Non passerà molto tempo prima che la gamma di motori si arricchisca di nuovi modelli: prima un 1.8 da 122 cavalli, poi un 2.0 capace di sviluppare 130 cavalli. Insieme ai motori più potenti arrivano anche allestimenti migliori: siamo negli anni ’80 e la Giulietta è un’auto matura, con un’ampia possibilità di scelta per motori e accessori.

Per dare un’idea della modernità e della raffinatezza tecnica di questa vettura, si consideri che l’Alfa 75, che la va a sostituire nel listino e che verrà prodotta fino al 1993, ne riprende la meccanica tale e quale, tanto da distinguersi unicamente in virtù di modifiche ai lamierati esterni.
L’ultima ad aggiungersi alla famiglia è la Giulietta turbo diesel da 82 cavalli, e alla fine della produzione, in soli 361 esemplari, un 2.0 turbo a benzina da 170 cavalli.
Grazie alle sue doti di robustezza e alle brillanti motorizzazioni, la Giulietta viene scelta come volante dalla polizia di stato.

Oggi l’Alfa Romeo Giulietta è molto apprezzata dai collezionisti, tanto che ne esistono in circolazione diversi modelli conservati in condizioni impeccabili, trattamento di cui solo un vero alfista è capace. Incantati dal suo inconfondibile “rombo”, cullati dai suoi interni spaziosi, molti la utilizzano per i propri spostamenti quotidiani: i miti non passano mai di moda.
Se la leggenda del passato è ancora viva nel cuore di tanti appassionati, a dare nuovo lustro a questo onorabile marchio c’è la nuova Giulietta, una berlina compatta in produzione dal 2010.

MOTORI Alfa Romeo Giulietta: l’omonima auto simbolo prodotta dal 77R...