Alfa Romeo Giulia GT: la coupè disegnata da Giugiaro e prodotta dal 63′

L'Alfa Romeo Giulia GT è una delle vetture coupé più famose e vendute degli anni Sessanta e Settanta e tra le più ricercate dai collezionisti di auto d'epoca. Ripercorriamo la sua storia

L’Alfa Romeo Giulia GT è stata prodotta nello stabilimento automobilistico di Arese dal 1963 al 1975. Si tratta di una derivata della berlina Giulia.

Alfa Romeo Giulia GT

Il design della vettura, una elegante e sportiva coupé, porta l’inconfondibile firma di Giugiaro. Durante gli anni Sessanta e Settanta è stata una delle auto più desiderate, soprattutto tra i giovani, e oggi è ricercatissima dai collezionisti di auto d’epoca. Le principali concorrenti del periodo erano la Fiat 124 Sport Coupé, la Ford Capri, la Lancia Fulvia Coupé, l’Opel Manta e le Renault 15 e 17.

L’Alfa Romeo Giulia GT venne presentata ufficialmente al Salone dell’auto di Francoforte, nel 1963. Negli anni vennero prodotte varie versioni dell’Alfa Romeo Giulia GT, con varie motorizzazioni. La più potente era la l’Alfa Romeo Giulia 2000 GTV: 2000cc di cilindrata, 130 cavalli ed una velocità massima allucinante per il tempo, ben 195 km/h. Anche grazie agli effetti del boom economico di quegli anni, vennero prodotti e venduti oltre 220 mila esemplari di quest’auto. Grazie alle sue elevate prestazioni l’Alfa Romeo Giulia GT venne impiegata nelle competizioni su pista e nei rally.

In questi ultimi non ottenne grandi risultati, soprattutto a causa della trazione posteriore. In pista invece riuscì a fare la differenza, aggiudicandosi varie edizioni del Campionato Europeo Turismo. Molte Alfa Romeo Giulia GT vennero modificate negli anni dai loro possessori, per essere impiegate per l’uso in pista, così oggi sono poche le vetture originali rimaste a disposizione dei collezionisti. Questa vettura ebbe un grande successo non solo in Italia, ma anche nel resto del mondo, soprattutto in Gran Bretagna e negli Stati Uniti d’America.

La rivista automobilistica mensile “Hot Rod” definì l’Alfa Romeo Giulia GT come l’unica vettura europea in grado di essere definita come “muscle car”, termine americano usato per indicare automobili ad alte prestazioni, molto potenti, aggressive e veloci, molto in voga negli USA. Fu l’auto preferita di molti personaggi famosi dell’epoca, come il cantautore Luigi Tenco e il regista Pier Paolo Pasolini, con la quale venne travolto e ucciso dal suo assassino. La produzione dell’Alfa Romeo Giulia GT venne interrotta nel 1976, quando fu sostituita dall’Alfetta GT.

MOTORI Alfa Romeo Giulia GT: la coupè disegnata da Giugiaro e prodotta dal&n...